La Voce di Trieste

Primavera in Val Rosandra

Quest’anno il Comune di San Dorligo della Valle – Občina Dolina, ente gestore della Riserva Naturale della Val Rosandra-Dolina Glinščice, ha deciso di raddoppiare le uscite naturalistiche che vengono di solito svolte in autunno, organizzando l’iniziativa Primavera in  Val Rosandra: un bel calendario di 4 uscite con appuntamento quindicinale che parte proprio il lunedì di pasquetta, 6 aprile 2015 e termina a maggio. Le proposte naturalistiche per la valorizzazione della Riserva Naturale della Val Rosandra-Dolina Glinščice, promosse dal Comune di San Dorligo della Valle – Občina Dolina, ente gestore della Riserva, in collaborazione con l’Area Marina Protetta di Miramare, si terranno in lingua italiana e slovena, saranno gratuite e rivolte a residenti e turisti. Ogni visita, della durata di tre ore circa, vuole esplorare una piccola area della Riserva, e  porterà un gruppo di massimo 25 persone (per lingua) a scoprire alcuni aspetti botanici, faunistici, storici e culturali della Val Rosandra-Dolina Glinščice.  Tutte le escursioni si svolgeranno alla mattina e saranno accompagnate da due guide che la condurranno in lingua italiana e slovena; dureranno all’incirca tre ore, con gradi di difficoltà escursionistiche diverse che verranno segnalate dalla segreteria che seguirà le formazioni e le prenotazioni. È previsto il superamento di dislivelli su sentiero (fino a 300m di dislivello) ed è necessario prevedere l’utilizzo di scarpe chiuse adatte ad ambiente montano. Per partecipare agli appuntamenti è necessario prenotare ogni singola uscita contattando la segreteria da lunedì a venerdì 10-13 in lingua italiana tel. 040 224147 interno 3, e in lingua slovena via mail a info@riservavalrosandra-glinscica.it o tel 040 8329237.

 

6 aprile Pasquetta – “Goli, passeggiando in estremo oriente”

Un’escursione primaverile lontano dagli itinerari più noti della Val Rosandra/Dolina Glinščice, tra il paese di Pesek e Grozzana/Gročana, per dedicarsi a scoprire la vallata più fresca e verde del Carso triestino, il Krasno Polje di Grozzana/Gročana, e la salita sul monte Goli (621 m) che rappresenta l’angolo più orientale dell’Italia settentrionale, le alture del monte Goli, l’estremo oriente della Provincia di Trieste. Si osserveranno le ricche fioriture del versante fresco e si ascolteranno i canti degli uccelli per poi visitare l’antica chiesa di S. Tommaso con il vecchio cimitero di Grozzana/Gročana. Goli significa spoglio o nudo ma oggi il Goli è coperto di boschi freschi con faggi e boscaglia carsica e solo pochi lembi di landa mentre ai sui piedi, verso le pendici del Cocusso, si estende il verde campo (polje) di Grozzana/Gročana. Si parlerà dell’utilizzo del territorio nel passato e ai giorni nostri e di come questo si rifletta su paesaggio, vegetazione e fauna. DIFFICOLTA’: adulti e famiglie (bambini dagli 8 anni)

 

19 aprile – “Monte Carso, la Valle vista dall’alto”

L’escursione, di un certo impegno escursionistico, è volta ad esplorare la sinistra orografica della Val Rosandra/Dolina Glinščice, infatti, dopo aver superato l’abitato di Bagnoli Superiore/Gornji konec si percorrerà un tratto del sentiero di fondovalle per poi deviare lungo il sentiero che porta alla sella del Monte Carso. La vista dei grandi cerri (Quercus cerris) che crescono in quella fresca e remota località ci ripagherà dello sforzo della salita, mentre un’altra piccola deviazione ci consentirà di ammirare il paesaggio rupestre dei versanti del Monte Carso. Poi si scenderà a Bottazzo per il sentiero che costeggia il confine per rientrare lungo il fondovalle. Si parlerà della flora e fauna caratteristica e dei problemi connessi con la tutela ambientale in un territorio densamente popolato. DIFFICOLTA’: adulti e famiglie (bambini dai 10 anni, per il dislivello da superare)

 

10 maggio – “Da Dolina alla vedetta di Crogole”

Percorso inusuale per esplorare la Valle partendo dall’abitato di Dolina, presso la fontana Zgurenc (o Sgurenz), poco più in alto del cimitero, da dove si imboccherà il sentiero CAI n.1 verso la vedetta di Crogole/Kroglje e la cima del Monte Carso (457 mslm). Il percorso continuerà ammirando le fioriture gialle e porpora che colorano l’inizio di maggio e le rarità botaniche del luogo, come la Moehringia di Tommasini, mentre uno sguardo panoramico mostrerà come gli alberi e le piante erbacee per vivere sono costretti ad arrampicarsi sui versanti e sulle rupi a strapiombo.

Durante l’escursione ci si soffermerà ad osservare il torrente Rosandra/Glinščica con la sua particolare cascata, che permetterà di apprezzare anche le peculiarità dell’ambiente geologico che danno forma al paesaggio, mentre i monti Stena e Carso dominano la vista. Con un po’ di fortuna inoltre si potranno scorgere alcuni rappresentanti della caratteristica fauna locale, come l’algiroide magnifico. Oltre agli aspetti naturalistici si noterà come il passato della Val Rosandra si intrecci con la storia dell’uomo, il che spiega gli insediamenti umani preistorici e i mulini, l’acquedotto romano e i commerci medioevali, fino all’epoca moderna. DIFFICOLTA’: adulti e famiglie (bambini da 10 anni, per il dislivello da superare)

 

31 maggio – “Val Rosandra, tra paesaggio calcareo e arenaceo”

Questa escursione permetterà di confrontare il paesaggio calcareo dello Stena con quello arenaceo della valle di Draga. L’itinerario partirà dalla chiesetta in località San Lorenzo/Jezero per raggiungere il Monte Stena attraverso il sentiero panoramico sulla valle. Verranno attraversati prati da sfalcio, pinete di impianto e quel che resta della landa carsica, ambiente a rischio di estinzione in mancanza di opportuna gestione. Dall’alto delle pareti che sovrastano la valle cercheremo di individuare l’avifauna tipica. Si scenderà quindi a Draga per poi risalire lungo la valle caratterizzata dalla vegetazione rigogliosa e dalla presenza di acqua in ruscelli temporanei, nelle jazere e negli stagni collegati. Si parlerà dell’intrecciarsi degli elementi naturali e antropici nel paesaggio del Carso e sulle tendenze in atto. DIFFICOLTA’: adulti e famiglie (bambini dagli 8 anni, per la lunghezza del percorso)

© 1 Aprile 2015

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"