La Voce di Trieste

Il duo Seicento Stravagante a Monfalcone

La Stagione Musicale del Teatro Comunale esce dalla sala di Corso del Popolo e prosegue, domenica 19 gennaio alle ore 16.00, alla Chiesa SS. Nicolò e Paolo di Monfalcone, con il secondo appuntamento di Concerti per organo, la rassegna realizzata in collaborazione con le Parrocchie che vede protagonista la grande musica per organo. Il duo Seicento Stravagante, composto da David Brutti al cornetto e Nicola Lamon all’organo positivo, propone il concerto dal suggestivo titolo A canto solo: un’originale e raffinata selezione di madrigali, mottetti e canzoni del ‘600 italiano. Creato nel 2018, l’ensemble Seicento Stravagante è specializzato nell’esecuzione di musica del Rinascimento e del primo ‘600, con particolare attenzione per quanto di meglio si poteva ascoltare nell’ambito del virtuosismo strumentale delle corti italiane, dominato dalla costante poetica della meraviglia. Epoca per eccellenza “stravagante”, il XVII secolo fu capace di esprimere momenti di eccentricità visionaria intrecciati a picchi di classicismo formale: è questo continuo equilibrio tra i generi a rendere quanto mai affascinante il secolo centrale del cosiddetto “barocco” che, nella storiografia musicale, sarebbe da collocarsi dalla fine del ‘500 alla metà del secolo dei Lumi. Tra gli strumenti più in uso c’era il cornetto, gradito per la sua capacità di sostenere le voci e per le ottime risorse virtuosistiche, spesso accompagnato dal Bassus Generalis dell’organo. L’ingresso è libero.

© 16 Gennaio 2020

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"