La Voce di Trieste

Grandi titoli per la nuova stagione del Rossetti

L’attesa è finita, il Rossetti ha presentato la stagione 2019/2020, una serie di appuntamenti di grande livello che prenderanno il via il 22 ottobre con L’onore perduto di Katharina Blum di Heinrich Böll, per la regia di Franco Però, debutto assoluto. Restando nell’ambito della prosa, tra i numerosi spettacoli in programma sono da segnalare la comicità più accesa e raffinata ritorna anche nella scrittura del novecentesco Joseph Kesserling in Arsenico e vecchi merletti, che conta su due assolute fuoriclasse quali protagoniste – Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini – e la compiutezza drammaturgica di Carlo Goldoni ne La casa nova diretto da Giuseppe Emiliani. Marco Paolini rilegge poi con occhi contemporanei il mito di Ulisse in Nel tempo degli dei – Il calzolaio di Ulisse per la regia di Gabriele Vacis mentre Gabriele Lavia sarà protagonista nel John Gabriel Borkman di Ibsen: uno scontro fra maschile e femminile, fra repressione e istinto, gelo e desiderio di felicità che il regista Marco Sciaccaluga inscena in un allestimento di potente impatto. Nel cartellone Altri Percorsi spicca Valzer per un mentalista, di Davide Calabrese e Fabio Vagnarelli (componenti degli Oblivion) e messo in scena da Marco Lorenzi, e Kobane calling on Stage per la regia di Nicola Zavagli che trasforma il celebre fumetto di Zerocalcare in un atipico documentario teatrale che ripercorre l’esperienza di giovani volontari partiti per la città simbolo della resistenza curda. Energia e momenti poetici vibrano poi nel cartellone Musical & Eventi. L’appuntamento d’apertura porta a Trieste in esclusiva nazionale The Choir of Man prodotto da Nic Doodson ed Andrew Kay (un team accreditato) che ha conquistato l’Edinburgh Fringe Festival 2017 e si prosegue con Notre Dame De Paris che nel suo imponente allestimento va in scena per la seconda volta sul palcoscenico del Rossetti.

Otto spettacoli, per la massima parte selezionati dal panorama internazionale compongono il cartellone Danza. La prima eccellenza è l’Australian Dance Theatre, ospite di pregio, al suo debutto in Italia, ma un’altra punta di diamante è la Hubbard Street Dance Chicago che ritorna allo Stabile per la terza volta. Si aggiungono infine numerosi Eventi speciali: alcuni titoli vengono svelati nel corso della stagione, ma fin d’ora lo Stabile annuncia i due concerti di Patti Smith, quello di Simone Cristicchi, le due serate con l’Harlem Gospel Choir, il Galà dell’Operetta promosso dall’Associazione Internazionale dell’Operetta e il ritorno di Alessandro Albertin in Perlasca. Il coraggio di dire no. La campagna abbonamenti sarà aperta da venerdì 6 settembre, giorno in cui ci si potrà rivolgere per informazioni, acquisti e prenotazioni in tutti i punti vendita dello Stabile regionale. La conferma degli abbonamenti a turno fisso va effettuata entro venerdì 27 settembre: i posti non confermati verranno messi in vendita a partire da lunedì 30 settembre. Ulteriori informazioni al tel 040-3593511 e sul sito www.ilrossetti.it

© 30 Agosto 2019

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"