La Voce di Trieste

“La Cena dei Cretini” al Teatro Bobbio

Ultimo appuntamento della stagione teatrale di prosa 2018/2019 della Contrada con un classico della drammaturgia francese tratto dall’omonimo film La Cena dei Cretini che andrà in scena da venerdì 12 a mercoledì 17 aprile. Questo grande successo che da oltre vent’anni diverte, affascina ed emoziona le platee di tutto il mondo porta la firma degli stessi interpreti dello spettacolo, due grandi attori della scena italiana, Nicola Pistoia e Paolo Triestino. Il testo, di Francis Veber, ricco di dialoghi brillanti e dal ritmo incalzante è sempre attuale e riesce anche a donare allo spettatore una morale contro il bullismo. Un gruppo di ricchi borghesi parigini, per divertimento, ogni settimana organizza una cena in cui ognuno di loro invita un cretino: il “migliore” vincerà la serata. Il protagonista Pierre, editore, è bloccato a casa dal colpo della strega e decide di anticipare la conoscenza di François Pignon, il suo “cretino”, invitandolo da lui con la scusa di parlare del suo hobby, cioè costruire monumenti famosi con i fiammiferi, con l’eventualità di pubblicarne un libro. Da qui partiranno una serie di situazioni esilaranti a opera del cretino, con scambi di persone e telefonate che contribuiscono all’intreccio della trama, fino a invitare a casa un suo collega agente delle tasse, specializzato in evasioni fiscali…battute, gang, freddure, barzellette e situazioni paradossali si alternano con un tenore che lascia quasi senza fiato. Tanti i riferimenti e i significati, compresa la considerazione da parte dell’uomo nei confronti della donna. Ma chi è il vero “cretino”? Colui che pensa di essere superiore, sfruttando il “presunto cretino” che più che agire in modo spontaneo, sincero e disponibile non sa fare? La storia dimostra infatti, tra divertenti peripezie, come un atteggiamento discriminatorio, simile a quello che l’editore Pierre Brochant assume nei confronti dei vari Pignon, gli si possa improvvisamente ritorcere contro, a partire dalla moglie che, per mezzo di queste “cene cretine”, decide di mollarlo definitivamente. La scenografia, semplice e pulita, porta la firma di Giulia Romolini; costumi di Lucrezia Farinella e luci di Luca Palmieri.

© 9 Aprile 2019

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"