La Voce di Trieste

Al Kinemax di Gorizia omaggio a Nico

Giovedì 31 gennaio 2019 alle ore 20.30 al Kinemax di Gorizia (ingresso unico, 5 euro) sarà organizzata una serata-tributo interamente dedicata a Nico, musa di Andy Warhol e cantante dei Velvet Underground. Mercoledì 8 luglio 1987, proprio a Gorizia al teatro tenda del Castello, Nico diede uno dei suoi ultimi concerti prima della sua scomparsa (avvenuta l’anno successivo). Durante la serata-evento di giovedì 31 gennaio saranno proiettati alcuni momenti inediti del concerto. La serata sarà introdotta da Tullio Angelini, organizzatore proprio di quel concerto, già organizzatore a Gradisca d’Isonzo di All Frontiers, festival dedicato alle indagini sulle musiche d’arte contemporanee. Al centro del tributo la performance di Jenny Sorrenti, cantante, musicista e compositrice, leader del gruppo Saint Just, che con la sua arte e la sua musica reinterpreterà alcune tra le più significative composizioni di Nico, con uno special-live in anteprima ed esclusiva nazionale. Al piano e tastiere il musicista Arno Barzan, diplomato in organo e composizione organistica. Insegnante, trascrittore e arrangiatore nell’ambito della musica del suo tempo. L’Associazione culturale More Music, che in questi anni ha diretto ed organizzato il festival All Frontiers, vuole ancora una volta ringraziare Nico stessa, essendo stata proprio lei in occasione del concerto (Gorizia, 8 luglio 1987) a dare l’idea del festival, anche nel nome, poi rimasto per più di trent’anni nella sua denominazione originale. Non era semplice inventare, per una serata, una voce che potesse in qualche modo creare un’empatia con la personalità così complessa e allo stesso modo così chiara come quella di Nico. Una complessità, vissuta alle volte con difficoltà e dramma ma decisa ad essere finalmente catartica. Nico voleva essere solo Christa Päffgen. Non voleva più essere la cantante dei Velvet, ma solo e disperatamente se stessa. Diretta, senza compromessi o concessioni estetiche. In questo senso la scelta di affidare a Jenny Sorrenti la responsabilità di ‘cantare una narrazione’, fatta di puro spirito, di evocazioni più che di canzoni, è stata la Scelta “legittima”. Le capacità espressive e la tecnica vocale della Sorrenti, non sono uniche solo per questi aspetti, ma anche per quelle essenze interiori che garantiscono la ‘connessione’ con il mondo di Nico. Un mondo di serena follia, di pace anelata e di puro e straziante desiderio di vita. Quel limite da (non) trasgredire. Un rifugio estatico. Per maggiori informazioni: segreteria@kinemax.it

Fotografia Jenny Sorrenti di Francesco Desmaele

© 30 Gennaio 2019

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"