La Voce di Trieste

L’ensemble Tango Project al Teatro di Monfalcone

La stagione musicale del Teatro Comunale di Monfalcone prosegue, venerdì 25 gennaio alle 20.45, con un nuovo appuntamento della rassegna “ControCanto” dedicata ai diversi generi musicali. Protagonista della serata è l’ensemble Tango Project, formazione nata con l’obiettivo di comunicare le emozioni dello spirito tanguero ripercorrendo gli aspetti più salienti di questa straordinaria tradizione musicale. Quando la forza espressiva di un interprete come Mirko Satto al bandoneon si unisce agli echi del flauto traverso di Matteo Mignolli, il pensiero corre alla musica sudamericana e in particolare al tango, genere che affonda le proprie radici nell’incontro di queste due sonorità; se a questo si aggiunge la ritmica della chitarra di Marco Emmanuele, si ha la perfetta sintesi fra intenzione e passione. Con gli affini flamenco e fado il tango condivide le umili origini nelle periferie urbane quali crocevia di espressioni musicali di diversa provenienza culturale. Fiorisce lungo le sponde del Rio de la Plata dalla seconda metà dell’Ottocento come forma strumentale, destinata ad accompagnare una danza dalle movenze stilizzate e sensuali. Come musica da ballo il tango si diffonde rapidamente in Europa dal primo decennio del nuovo secolo, nonostante la ferma opposizione delle autorità, soprattutto religiose, per il suo carattere licenzioso e immorale. In patria, invece, la componente melodica nostalgica trova nuova linfa a partire dai tardi anni Dieci con la nascita del tango-canción, trasposizione cantata del tango, e conquista definitiva dignità artistica grazie al contributo originale di Astor Piazzolla, che ne sfalda l’idioma tradizionale innestandovi le innovazioni della musica colta e del jazz. L’ensemble Tango Project ripercorre l’evoluzione del tango esplorando le pagine più celebri di questo genere musicale: dalla popolare Amapola di Lacalle (contaminazione con la rumba cubana) alle poetiche canciones rese celebri da Carlos Gardel; dalle vigorose milongas di Aieta (Palomita blanca), Laurenz (Milonga de mis amores) e Di Sarli (Bahía blanca) alla romanza sentimentale e malinconica di Cobián (Nostalgias); fino al nuevo tango del grande bandoneonista e compositore Astor Piazzolla, di cui saranno eseguiti brani quali Tzigane Tango, Vuelvo al sur e i celeberrimi Adiós Nonino e Libertango. Alle 20.00, al Bar del Teatro, nell’ambito di “Dietro le quinte”, Federico Pupo, direttore artistico della stagione musicale, dialogherà con Mirko Satto. Biglietti: Biglietteria del Teatro, Biblioteca Comunale di Monfalcone, ERT di Udine, prevendite Vivaticket e su www.vivaticket.it; la Biglietteria accetta prenotazioni telefoniche (0481 494 664).

Fotografia di Davide Dalese

© 24 Gennaio 2019

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"