La Voce di Trieste

“Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show”, un successo

Risate e commozione: il teatro Rossetti ha accolto così il Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show in scena martedì 16 gennaio. Il duo ha dato il meglio di sé in uno spettacolo denso di comicità e ironia: dall’irresistibile e geniale dizionario sui generis alla parodia di Patty Pravo in un curioso pseudo Festival di San Remo, Lopez e Solenghi hanno saputo accompagnare il pubblico in una ricca carrellata dei loro sketch migliori inframezzati da ottime esibizioni canore di Massimo Lopez, accompagnato dall’egregia Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Comeglio. Impossibile, ridendo delle sagaci battute del duo, non pensare ai tempi del famoso trio Lopez-Marchesini-Solenghi: gli stessi protagonisti dello show hanno spesso fatto riferimento alla loro carriera (con esilaranti presentazioni ricche di autoironia) e il pensiero alla scomparsa Anna Marchesini era sempre presente, sia sul palco sia tra le fila del pubblico. Commovente il ricordo dell’attrice affidato a una poesia letta dal duo, un momento al quale il pubblico triestino ha reagito con un lungo e fragoroso applauso, degno omaggio alla compianta Marchesini. Il Massimo Lopez & Tullio Solenghi Show è stato uno spettacolo assolutamente riuscito: la bravura del duo comico non è mai venuta meno e le due ore trascorse al Rossetti hanno confermato (se mai ce ne fosse stato bisogno) la loro classe nel far ridere con intelligenza.

© 16 Gennaio 2019

Galleria fotografica

Sfoglia online l’edizione cartacea

La locandina

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"