La Voce di Trieste

“I cani invisibili” ovvero vite sprecate

di

Pedro, Sax, Bobo, Piro, Randy e Dusty cercano una famiglia

 

Durante la sua ormai lunga attività l’associazione Il Capofonte si è occupata di centinaia di cani e solo nell’arco 2010/2011 ha fatto adottare circa 160 cani. Cuccioli, adulti, anziani, malati, invalidi, aggressivi, paurosi: tutti hanno trovato il proprietario adatto alle loro esigenze, talvolta lasciandoci meravigliati per la velocità con cui magari un cane particolarmente difficile e per cui si prevedevano tempi lunghi per la sua sistemazione, veniva invece adottato in brevissimo tempo dalla persona giusta al momento giusto.
Ebbene, a fianco di questi cagnolini “fortunati”, che con l’adozione hanno ritrovato una vita degna di essere vissuta, dobbiamo segnalare la presenza di un piccolo ma non per questo meno importante numero di “cani invisibili”.
I “cani invisibili” sono quelli che, nonostante abbiano un carattere meraviglioso, un aspetto piacevole e un desiderio di contatto umano commovente, non vengono inspiegabilmente mai presi in considerazione dalle centinaia di persone che ogni anno adottano i cani in cerca di una famiglia. Le loro sono letteralmente “vite sprecate” nell’inutile e interminabile attesa di vedere un amico umano anche solo avvicinarsi a loro per fargli una carezza oltre le sbarre.
Ai “cani invisibili” è concesso solo di sperare e di fremere alla vista di coloro che potrebbero diventare i loro nuovi compagni di vita fino al momento in cui, attraversando il corridoio del canile, passeranno oltre senza nemmeno degnarli di uno sguardo di compassione e si fermeranno SEMPRE davanti alla gabbia di UN ALTRO.
Ai “cani invisibili” è concesso solo seguire con lo sguardo impietrito i loro vicini di “sventura” che si avviano festosi verso una nuova vita a fianco dei loro nuovi amici umani finché scompariranno dalla loro vista.
Per loro non cambia mai nulla: detenuti senza colpe, sfiniti dal caldo estivo opprimente e dal gelido freddo invernale, dalla solitudine e dalla dura vita del canile, increduli e rassegnati ma non per questo sfiduciati verso l’uomo, pronti a dare tutto il loro amore e tutta la loro fedeltà se solo qualcuno “li vedesse”….
Le cose scritte sopra possono sembrare “esagerate e strappalacrime”, ma purtroppo la realtà della vita di un cane in gabbia, che sia quella di un canile convenzionato o quella di una buona pensione, supera di gran lunga la descrizione fatta.

Qui di seguito  alcuni dei “cani invisibili” che aspettano con ansia qualcuno che li “veda”

Pedro:
il cane invisibile per antonomasia. Giovane, di taglia media contenuta, aspetto carinissimo, allegro, affettuoso e giocherellone, un cane adatto a tutti.
In canile ormai dal 30/02/2009, nessuno ha mai chiesto di lui e chi è stato indirizzato verso la sua adozione ha sempre preferito altri cani anche più problematici di lui.

Sax:
cagnolino giovane di taglia media contenuta, buono e affettuoso, non presenta particolari difetti caratteriali.
Un cane “normale” che nonostante sia in canile dal 05/10/2009 non ha ancora perso la speranza Ha un musetto davvero particolare eppure nessuno sembra accorgersi di lui…
nessuna chiamata che includesse il suo nome..

 

Bobo:
Bobo è un cane adulto.
Lui non si trova in un canile, ma la sua situazione è ugualmente drammatica in quanto costretto a vivere chiuso in una stanza per gravissimi motivi personali del proprietario.
Pochissime uscite, una situazione che non potrà essere tollerata ancora per molto. Sono mesi che cerchiamo una famiglia per lui, ma nessuno ha mai nemmeno chiesto di vederlo e valutarlo di persona.

 

Piro:
cagnolino adulto di taglia piccola, gioviale, desideroso di contatto umano, buono con tutti, persone e animali.
Anche lui da troppo in canile: Piro a causa di un’aggressione da parte di un cane molto più grande di lui ha perso un occhietto.
Forse per questo è ancora più trasparente degli altri, forse molti fanno finta di non vederlo…ma anche Piro ha diritto ad avere una famiglia che lo ami e una casa calda in cui trascorrere il resto della sua vita.

Randy: lupide giovanissimo, incredibilmente atletico, sensibile e obbediente, esteticamente elegantissimo.
Da mesi gli appelli per lui si ripetono, ma  nessuno ha chiamato, eppure è un cane meraviglioso, con un forte senso della famiglia: quando lo si porta a sgambare è emozionatissimo e ogni volta che deve tornare nel suo box si mette in un angolino seduto e tremante…invisibile

 

Dusty:
cagnolino taglia media, giovane, affettuoso, potrebbe essere incoronato il RE degli INVISIBILI forse anche per colpa del suo comune mantello nero che penalizza tantissimi cani.
Se volete un cane simpatico e allegro Dusty fa per voi.

Per tutti gli appelli chiamare il Capofonte al numero 040 571623 oppure scrivere a info@ilcapofonte.it
Per vedere altri cani da adottare visitare il sito www.ilcapofonte.it
c/c postale n. 94147162 causale obbligatoria: cani

 

“I cani invisibili” ovvero vite sprecate

Pedro, Sax, Bobo, Piro, Randy e Dusty cercano una famiglia

 

Durante la sua ormai lunga attività l’ associazione Il Capofonte (www.ilcapofonte.it) si è occupata di centinaia di cani e solo nell’arco 2010/2011 ha fatto adottare circa 160 cani. Cuccioli, adulti, anziani, malati, invalidi, aggressivi, paurosi: tutti hanno trovato il proprietario adatto alle loro esigenze, talvolta lasciandoci meravigliati per la velocità con cui magari un cane particolarmente difficile e per cui si prevedevano tempi lunghi per la sua sistemazione, veniva invece adottato in brevissimo tempo dalla persona giusta al momento giusto.

Ebbene, a fianco di questi cagnolini “fortunati”, che con l’adozione hanno ritrovato una vita degna di essere vissuta, dobbiamo segnalare la presenza di un piccolo ma non per questo meno importante numero di “cani invisibili”.

I “cani invisibili” sono quelli che, nonostante abbiano un carattere meraviglioso, un aspetto piacevole e un desiderio di contatto umano commovente, non vengono inspiegabilmente mai presi in considerazione dalle centinaia di persone che ogni anno adottano i cani in cerca di una famiglia. Le loro sono letteralmente “vite sprecate” nell’inutile e interminabile attesa di vedere un amico umano anche solo avvicinarsi a loro per fargli una carezza oltre le sbarre.

Ai “cani invisibili” è concesso solo di sperare e di fremere alla vista di coloro che potrebbero diventare i loro nuovi compagni di vita fino al momento in cui, attraversando il corridoio del canile, passeranno oltre senza nemmeno degnarli di uno sguardo di compassione e si fermeranno SEMPRE davanti alla gabbia di UN ALTRO.

Ai “cani invisibili” è concesso solo seguire con lo sguardo impietrito i loro vicini di “sventura” che si avviano festosi verso una nuova vita a fianco dei loro nuovi amici umani finché scompariranno dalla loro vista.

Per loro non cambia mai nulla: detenuti senza colpe, sfiniti dal caldo estivo opprimente e dal gelido freddo invernale, dalla solitudine e dalla dura vita del canile, increduli e rassegnati ma non per questo sfiduciati verso l’uomo, pronti a dare tutto il loro amore e tutta la loro fedeltà se solo qualcuno “li vedesse”….

Le cose scritte sopra possono sembrare “esagerate e strappalacrime”, ma purtroppo la realtà della vita di un cane in gabbia, che sia quella di un canile convenzionato o quella di una buona pensione, supera di gran lunga la descrizione fatta.

 

Qui di seguito alcuni dei “cani invisibili” che aspettano con ansia qualcuno che li “veda”

 

Pedro: il cane invisibile per antonomasia. Giovane, di taglia media contenuta, aspetto carinissimo, allegro, affettuoso e giocherellone, un cane adatto a tutti. In canile ormai dal 30/02/2009, nessuno ha mai chiesto di lui e chi è stato indirizzato verso la sua adozione ha sempre preferito altri cani anche più problematici di lui.

 

Sax: cagnolino giovane di taglia media contenuta, buono e affettuoso, non presenta particolari difetti caratteriali. Un cane “normale” che nonostante sia in canile dal 05/10/2009 non ha ancora perso la speranza Ha un musetto davvero particolare eppure nessuno sembra accorgersi di lui…nessuna chiamata che includesse il suo nome..

 

Bobo: Bobo è un cane adulto. Lui non si trova in un canile, ma la sua situazione è ugualmente drammatica in quanto costretto a vivere chiuso in una stanza per gravissimi motivi personali del proprietario. Pochissime uscite, una situazione che non potrà essere tollerata ancora per molto. Sono mesi che cerchiamo una famiglia per lui, ma nessuno ha mai nemmeno chiesto di vederlo e valutarlo di persona.

 

Piro: cagnolino adulto di taglia piccola, gioviale, desideroso di contatto umano, buono con tutti, persone e animali. Anche lui da troppo in canile: Piro a causa di un’aggressione da parte di un cane molto più grande di lui ha perso un occhietto. Forse per questo è ancora più trasparente degli altri, forse molti fanno finta di non vederlo…ma anche Piro ha diritto ad avere una famiglia che lo ami e una casa calda in cui trascorrere il resto della sua vita.

 

Randy: lupide giovanissimo, incredibilmente atletico, sensibile e obbediente, esteticamente elegantissimo. Da mesi gli appelli per lui si ripetono, ma nessuno ha chiamato, eppure è un cane meraviglioso, con un forte senso della famiglia: quando lo si porta a sgambare è emozionatissimo e ogni volta che deve tornare nel suo box si mette in un angolino seduto e tremante…invisibile

 

Dusty: cagnolino taglia media, giovane, affettuoso, potrebbe essere incoronato il RE degli INVISIBILI forse anche per colpa del suo comune mantello nero che penalizza tantissimi cani. Se volete un cane simpatico e allegro Dusty fa per voi.

 

Per tutti gli appelli chiamare il Capofonte al numero 040 571623 oppure scrivere a info@ilcapofonte.it

Per vedere altri cani da adottare visitare il sito www.ilcapofonte.it

c/c postale n. 94147162 causale obbligatoria: cani

© 2 Febbraio 2011

Galleria fotografica

La locandina

Sfoglia online l’edizione cartacea

Accedi | Designed by Picchio Productions
Copyright © 2012 La Voce di Trieste. Tutti i diritti riservati
Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trieste - n.1232, 18.1.2011
Pubblicato dall'Associazione Culturale ALI "Associazione Libera Informazione" TRIESTE C.F. 90130590327 - P.I. 01198220327
Direttore Responsabile: Paolo G. Parovel
34121 Trieste, Piazza della Borsa 7 c/o Trieste Libera
La riproduzione di ogni articolo è consentita solo riportando la dicitura "Tratto da La Voce di Trieste"